Tagliatelle con fave e ragù di coniglio

fave

Secondo un’antica tradizione agraria, nell’orto sarebbe bene seminare alcune fave all’interno delle altre colture poiché questo legume, oltre ad arricchire il terreno di azoto, attirerebbe su di sé tutti i parassiti, che di conseguenza non infesterebbero gli altri ortaggi.

Al contrario c’è una piccola curiosità su questo ortaggio che personalmente amo molto. Mi riferisco all’ idiosincrasia di Pitagora ( estesa anche ai suoi allievi! ) : non solo si guardavano bene dal mangiarne, ma evitavano accuratamente ogni tipo di contatto con questa pianta. Secondo la leggenda, Pitagora stesso, in fuga dagli scherani di Cilone (di Crotone), preferì farsi raggiungere ed uccidere piuttosto che mettersi in salvo attraverso un campo di fave. Stando ad una credenza popolare diffusa in Italia, se si trova un baccello contenente sette semi si avrà un periodo di grande fortuna.

 

Ingredienti

– 300 gr. di  tagliatelle ( meglio se di pasta fresca )
– 100 gr. di fave ( peso netto )
– 4 cosce di coniglio
– 500 gr. di pomodoro
– 240 gr. di panna ( o versione che preferisco e piu leggera acqua di cottura delle fave )
– 80 gr. d’ olio evo
– 1/2 bicchiere di vino bianco secco
– basilico
– sale e pepe q.b.

Preparazione
Sbollentate le fave per qualche minuto, toglietele dal fuoco ancora croccanti e fate raffreddare.  Pelatele.
Disossate il coniglio e private dalla polpa i filamenti nervosi. A punta di coltello sminuzzatene la polpa e fatela rosolare in padella con 1 cucchiaio d’olio.
Togliete la carne e versatevi il vino.  Lasciate restringere il fondo si cottura e versateci un po d’ acqua di cottura delle fave ( o la panna ) e il restante olio, il pomodoro tagliato a pezzetti ed il basilico tritato.
Dopo qualche minuto, unite le fave ed il coniglio, salate e lasciate cuocere per 40 minuti a fiamma bassissima. Lessate le tagliatelle in acqua salata, scolatele e versate nel tegame col condimento per mantecatura.
Spolverate con pecorino  grattugiato.
Annunci

One thought on “Tagliatelle con fave e ragù di coniglio

  1. L’ha ribloggato su Padella in Tavolae ha commentato:

    A proposito del mio Focus del mese di Maggio, Vi ripropongo una mia ricetta sempre legata alla mia infanzia. Mi rendo conto che parrebbe che io non abbia fatto altro che mangiare nella mia vita ma solo perché è così ☺️ Nell’Italia del sud, stare a tavola, ospitare qualcuno nella propria tavola è gesto di grande accoglienza. La Cordialità dalle mie parti si dimostra a bocca piena. Enjoy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...