Agosto 2015

pomodoridaindutria

Il Pomodoro offre il meglio di sé in piena estate quando è maturo e sugoso.

Quando ero piccola era tradizione riunirci ( in famiglia!) tutte le estati, in piena campagna, per fare le passate e i pelati di pomodori in vaso. E’ un ricordo stupendo che spesso riporto alla mente. E nonostante la riunione in se sapete qual è la cosa che più mi torna in mente? Quando si faceva pausa pranzo. Per pranzo staccavamo i pomodori direttamente dalla pianta insieme a un cipollotto di Tropea e un bel peperoncino piccante… et voilà, le jeux sont fait! Ancora ne sento l’odore …gnamme 🙂  So che non si dovrebbe dire, so che non è buona educazione ma… gnamme  🙂

Dedico il focus di questo mese ad una ricetta Toscana, la mitica …..:

PAPPA AL POMODORO

 

Ingredienti

800g di pomodori maturi; 18foglie di basilico fresco; brodo vegetale ( fatto con cipolla bianca, sedano e carota );  ½ cipolla bianca;  350g di pane toscano raffermo;  olio evo, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Preparate un buon brodo vegetale facendo bollire in un pentolone d’acqua carota, cipolla bianca e sedano. Tenetelo da parte.

Lavate i pomodori, praticategli una piccola incisione a croce e tuffateli per pochi secondi in acqua bollente. Scolateli, eliminate la pelle e i semi interni e tritateli finemente a punta di coltello.

In un tegame, scaldate a fuoco dolce 3 cucchiai d’olio e fateci imbiondire uno spicchio d’aglio, eliminatelo prima che appassisca troppo ( conferirebbe al piatto una nota troppo amara! ) e aggiungete la cipolla tritata.  Bagnate con poco brodo caldo e fatela stufare fino a che non diventa tenera.

Unite il pomodoro e alzate la fiamma. Fate cuocere per 5 minuti in modo che il sugo si restringa leggermente. Aggiustate di sapore con sale e pepe.

Aggiungere il pane precedentemente fatto a tocchetti ( o fettine ) e il basilico tagliato a julienne.

Fate cuocere a fuoco molto basso mescolando spesso per evitare che la zuppa si attacchi al fondo.

Proseguite la cottura unendo progressivamente del brodo caldo e mescolando spesso per circa trenta minuti finchè la zuppa non diventa profumata e morbida.

Distribuitela nei piatti fondi e lasciatela riposare prima di servirla con un filo d’olio e con una foglia di basilico al centro del piatto. A me piace aggiungerci anche una nota croccante magari con delle mandorle sgusciate e tostate.. ma assolutamente questa “aggiunta” non fa parte de la ricetta originale!

La zuppa può anche essere consumata il giorno dopo a temperatura ambiente.. Vi dirò.. la preferisco, ma ricordatevi di conservarla in frigorifero!

 

pappa-al-pomodoro-470x377

 

Enjoy!

 

n.b.

foto presa dal web!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...